Ue: Gentiloni; sfida su diritti, ambiente e occupazione (Stampa)

15

Battere le diseguaglianze, promuovere il ‘Green Deal’, realizzare la Web tax e una riforma di Dublino sui migranti: è il programma europeo per cui si impegna a lavorare Paolo Gentiloni, designato commissario europeo dal nuovo governo Conte, prescelto per l’ Economia dalla presidente Ursula von der Leyen ed ora in attesa delle audizioni e del voto di conferma da parte del Parlamento di Strasburgo.

“Il messaggio fondamentale della nuova Commissione presieduta da Ursula von der Leyen è riprendere la via della crescita rendendola più sostenibile sul piano sociale ed ambientale”, afferma Gentiloni in un’intervista alla Stampa aggiungendo che “c è l’idea, storicamente comprensibile, che le politiche sociali siano appannaggio dei singoli Paesi. Un’ idea sostenuta spesso anche da Paesi molto avanzati. La Commissione Juncker ha avviato un buon lavoro. Non si può infatti sfuggire al dato che l’Unione Europea, con un mercato unico ed una moneta comune, non può non avere anche strumenti di politiche sociali e fiscali comuni”. Gentiloni spiega poi che “una delle missioni principali che la presidente von der Leyen mi ha affidato è di guidare il lavoro per definire un’ assicurazione europea contro la disoccupazione con l’ obiettivo di proteggere i cittadini europei dai rischi che corrono sui posti di lavoro a causa di situazioni di crisi, degli choc dall’ esterno. Mettere in piedi questa assicurazione Ue contro la disoccupazione sarà una partita di enorme valore concreto e simbolico”.

Quanto al Green Deal, l’altro pilastro per sostenere lo sviluppo, “è una delle sfide piu’ rilevanti di questa Commissione. La bandiera della sostenibilita’ ambientale deve essere presente in tutti i nostri sforzi”, prosegue l’ex premier ricordando che “il nuovo governo italiano ha annunciato sin da subito di voler entrare “nel gruppo di testa di Paesi che lavorano per ridurre le emissioni di CO2. Il mio contributo sarà nel cercare di far funzionare al meglio gli strumenti che servono all’intera Ue: confronto sulle politiche di bilancio, funzionamento del sistema monetario, investimenti, tasse e misure sociali. Lavorerò su questi temi col vicepresidente Dombrovskis, così come ha fatto il mio predecessore Moscovici”, conclude.

alu

MF-DJ NEWS

1608:56 set 2019

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer