Ue: proroga sanzioni contro minaccia integrità Ucraina

12

Il Consiglio dell’Unione Europea ha prorogato di altri sei mesi, ovvero fino al 15 marzo 2020, le misure restrittive in risposta ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina.

Le misure, si legge in una nota, consistono nel congelamento di beni e in restrizioni di viaggio e si applicano attualmente a 170 persone e 44 entità. Le informazioni pertinenti e la motivazione dell’inserimento in elenco di tali persone ed entità sono state aggiornate dove necessario.

In risposta alla crisi in Ucraina sono in vigore altre misure dell’Ue, tra cui “sanzioni economiche riguardanti settori specifici dell’economia russa, in vigore fino al 31 gennaio 2020”, misure restrittive in risposta all’annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli, attualmente in vigore fino al 23 giugno 2020.

La decisione è stata adottata dal Consiglio mediante procedura scritta. Gli atti giuridici saranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale il 13 settembre.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer