Acea: lancia compostaggio diffuso, entro 2022 smaltirà 25.000 t/anno umido

250

1 Mese : Da Set 2019 a Ott 2019
Clicca qui per i Grafici di Acea

Acea lancia un nuovo progetto per la gestione dei rifiuti organici, il compostaggio diffuso. Si tratta di un servizio innovativo rivolto alle grandi utenze (centri commerciali, mense, aeroporti, stazioni) che hanno necessità di gestire grandi quantità di rifiuti organici. Grazie all’utilizzo di mini impianti di compostaggio dotati di una tecnologia sensoristica, gli SmartComp, forniti dalla multiutility capitolina, sarà possibile trasformare direttamente in loco rifiuti umidi in compost tramite un processo aerobico che in circa 90 giorni produce fertilizzate pronto per l’utilizzo.

L’annuncio è stato fatto dall’a.d. di Acea, Stefano Donnarumma, nel corso del primo Acea Sustainability Day “Impresa, sostenibilità, futuro”. “Questo progetto- ha spiegato l’a.d. – si inquadra nelle linee guida del piano industriale 2019-2022 del Gruppp che prevede investimenti in sostenibilità per un totale di 1,7 mld, con un incremento di 400 mln rispetto al piano precedente”.

“Con l’obiettivo di installare 250 SmartComp entro il 2022 – ha spiegato Donnarumma – si potrà realizzare in maniera diffusa un sistema dalla capacità di 25.000 tonnellate l’anno, pari a quella di un impianto localizzato che gestisce rifiuti organici prodotti da una città di 250.000 abitanti, e produrre minori costi di filiera, a livello nazionale, di circa il 30%”.

Il progetto sarà realizzato con il contributo di Enea e dell’Università della Tuscia.

gug

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer