Assicurazioni: Panetta, maggiore preparazione per ridurre gap con altri Paesi

12

“Al benessere economico di un Paese contribuisce la preparazione finanziaria, assicurativa e previdenziale dei cittadini, necessaria per favorire comportamenti virtuosi e scelte consapevoli ed equilibrate per il futuro. In Italia la cultura assicurativa va rafforzata al fine di ridurre il ritardo che ancora ci distanzia dagli altri Paesi”.

Lo ha detto il presidente dell’Ivass, Fabio Panetta, nel corso del suo

intervento alla giornata dell’educazione assicurativa, aggiungendo che “negli ultimi anni gli interventi formativi a livello nazionale si sono intensificati, grazie soprattutto all’impulso impresso dalla strategia nazionale a cura del comitato Edufin. Ma è indispensabile il concorso di tutti gli attori coinvolti: istituzioni, regolatori, imprese, consumatori e media”.

Panetta ha messo in evidenza come “è progressivamente aumentata l’esigenza di compiere scelte oculate di risparmio, di protezione, di previdenza; è anche cresciuta la complessità delle scelte, in un contesto che vede i cittadini di fronte a bisogni crescenti di copertura dei rischi, a un’offerta variegata di prodotti, a forme di distribuzione in continua evoluzione, anche per effetto delle nuove tecnologie”.

“Scelte non accurate per insufficiente consapevolezza ovvero, in alcuni casi, per effetto di false informazioni e, in altri casi, di vere e proprie truffe possono determinare risultati gravemente dannosi”, ha concluso.

vs

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer