Bce: de Guindos, presidenza Lagarde non sarà inversione di marcia

12

“Le Istituzioni forti hanno sempre un certo tipo di continuità, ma il nuovo presidente è il nuovo presidente e” Christine Lagarde, che prenderà il posto dell’attuale Governatore Mario Draghi, “avrà le proprie idee e il proprio approccio all’organizzazione. Tuttavia, un’inversione di marcia sulla politica monetaria è qualcosa che ritengo improbabile e non sarebbe comunque una cosa positiva”, ha affermato Luis de Guindos, vicepresidente della Banca centrale europea, durante un’intervista condotta da Luke Heighton.

Il presidente della Banca centrale europea “è molto importante, perché stabilisce l’ordine del giorno e talvolta anche il calendario delle decisioni che prendiamo”, ha aggiunto il banchiere centrale. Inoltre, il Governatore “ha un ruolo molto importante nel creare consenso, poiché più consenso abbiamo, meglio è per l’Istituzione, anche in termini di efficacia delle decisioni”.

Tuttavia, a parte Mario Draghi “il resto del Consiglio direttivo sarà più o meno lo stesso, e questa è un’Istituzione collegiale”, ha aggiunto il funzionario, evidenziando come il “concetto di un pacchetto di stimoli sia qualcosa che si può usare forse una volta all’anno, non ogni mese, perché altrimenti se ne compromette l’efficacia”, per cui le misure attuali dovrebbero durare ancora a lungo, ha concluso de Guindos.

voc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer