BORSA: azionario Ue resta in calo dopo avvio a WS

19

Clicca qui per i Grafici di Tenaris

L’azionario europeo resta in netto calo dopo l’avvio a Wall Street. Milano perde l’1,76%, insieme a Francoforte (-1,78%), Parigi (-2,17%) e Londra (-2,4%).

Avvio negativo come da previsioni per l’azionario statunitense (Dow Jones -0,94%), dopo che le stime dell’Automatic Data Processor hanno registrato a settembre un aumento dei posti di lavoro nel settore privato pari a 135.000 unitá, in forte calo rispetto alle 195.000 unitá del mese precedente.

Il dato ha deluso il consenso degli economisti, che si aspettavano un calo meno pronunciato, di 153.000 unitá.

Inoltre, nella settimana al 27 settembre l’indice che misura il volume delle richieste di mutui negli Stati Uniti si è attestato a 553,8 punti, in aumento dell’8,1% rispetto ai 512,2 della settimana precedente. L’indice di rifinanziamento è invece salito del 14,2% a 2.202,6 punti (1.982 punti la settimana precedente), mentre quello di acquisto è aumentato dello 0,9% a quota 263,8 punti, rispetto ai 261,4 punti precedenti.

In rosso nel comparto oil e oil service Tenaris (-4,02%) e Eni (-2,22%). Debole Saipem (-0,49%). Resistono sopra la parità tra le blue chip unicamente Banco Bpm (+1,54%), Finecobank (+0,9%), e Ubi B. (+0,23%).

Sull’Aim Italia infine Bio On non è ancora riuscita ad aprire (-20% teorico). Ieri la società ha perso il 47,92% dopo la pubblicazione dei conti.

lpg

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer