BORSA: equity Ue resta debole in tarda mattinata

75

Clicca qui per i Grafici di Telecom Italia

Piazza Affari resta debole in tarda mattinata segnando un -0,35% insieme a Parigi (-0,34%), Francoforte (-0,33%) e Londra (+0,02%).

Il focus rimane sulle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina. Il presidente americano, Donald Trump, ha dichiarato che ci sono “buone possibilitá” di arrivare a un’intesa con Pechino. Sul fronte macro da seguire negli Usa i prezzi alla produzione a settembre e l’indice settimanale Redbook.

Sul tema della politica interna, con numeri ampi (almeno sulla carta) e un accordo blindato con un documento scritto, oggi l’Aula di Montecitorio voterá sulla legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari, eliminandone 345.

A piazza Affari contrastati i bancari: Intesa Sanpaolo -0,24%, Bper -0,4%, Unicredit -0,37% Banco Bpm +0,67%, Ubi B. +1,88%. Su quest’ultima Mediobanca Securities ha alzato il giudizio da neutral a outperform.

Bene Tim che sale dello 0,3% mentre si intensificano le indiscrezioni di stampa su un possibile coinvolgimento della controllata Tim Brasil nello spezzatino della brasiliana Oi. In rosso tra le blue chip Diasorin che perde il 4,15%, seguita da Italgas (-1,45%) e Cnh I. (-1,29%).

Sull’Aim Italia infine Imvest e Neoesperience salgono rispettivamente del 9,55% e del 4,51%.

lpg

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer