Borsa: Europa accelera, Milano +0,6%

114

Allungano il passo le principali borse europee sulla scia dei listini Usa dopo l’inatteso calo della disoccupazione negli Stati Uniti, sui minimi da 50 anni, ma con un parallelo rallentamento della crescita dei salari

Londra (+1,05%) si conferma in testa, seguita da Parigi (+0,8%), Milano (+0,6%), Francoforte (+0,55%) e Madrid (+0,36%), che ha girato in positivo.

Permane la tensione sulle banche, mentre lo spread risale a 141 punti, con Banco Bpm (-5,4%) e Ubi (-2,3%) colpite da prese di beneficio dopo i recenti rialzi sulle ipotesi di fusione.

Giù anche Bper (-1,3%) e Unicredit (-0,5%), più cauta invece Intesa (-0,1%).

Segno meno per Commerzbank (-2,72%), Bankia (-0,92%) e Standard Chartered (-0,6%).

Deboli gli automobilistici Pirelli (-3,14%), Bmw (-1,4%), Daimler (-1%), Volkswagen (-0,9%) ed Fca (-0,5%), penalizzati dalla guerra dei dazi.

Bene i petroliferi Koninklijke Vopack (+2,1%), Bp (+1,8%), Lundin (+1,47%) ed Eni (+0,7%), con il greggio Wti in rialzo dell’1,3%

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer