Brexit: Johnson; oggi nuova proposta a Ue, alternativa è no-deal

12

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha annunciato alla conferenza annuale del Partito Conservatore di voler inviare già oggi all’Unione Europea una proposta rivista sulla Brexit, avvertendo Bruxelles di essere pronto a portare il Regno Unito fuori dal blocco alla fine di ottobre senza un accordo se il nuovo accordo non sarà accettato.

Johnson ha definito la nuova bozza di accordo “costruttiva e ragionevole”, indicano che questa rappresenta “un compromesso per entrambe le parti” e rispetta gli accordi del Venerdì Santo, che garantiscono la pace in Irlanda del Nord. Una decisione dovrebbe essere presa nel Consiglio Europeo previsto a Bruxelles il 17 ottobre.

Tuttavia, diversi funzionari del governo irlandesi, sostenuti dai governi dell’UE, hanno già escluso con decisione ogni supporto a qualsiasi piano che richieda nuovi controlli alle frontiere. Johnson ha affermato che il piano del governo britannico non creerà ulteriori infrastrutture al confine o vicino al confine, con controlli effettuati in altre località. Secondo quanto indicato dal primo ministro, la nuova proposta prevede che per un non specificato periodo di tempo l’Irlanda del Nord segua alcune delle regole dell’Ue su diverse materie, tra cui agricoltura e industria.

Il Parlamento britannico ha già respinto tre volte un accordo sulla Brexit negoziato l’anno scorso dal governo May, portando a due rinvii rispetto alla data di uscita originale, il 29 marzo 2018. Dal suo arrivo a Downing Street questa estate, il signor Johnson ha ripetutamente promesso di far uscire il Regno Unito dal UE entro la fine di ottobre.

Sempre la Camera dei Comuni ha approvato una legge che stabilisce che se un accordo con l’Ue non sarà stato concordato entro il 19 ottobre, il governo dovrà richiedere un’ulteriore proroga di tre mesi ai negoziati.

lus

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer