Consumi: CsC; verso lo zero, +0,3% in 2019 e -0,2% in 2020 con aumento Iva

11

La spesa delle famiglie italiane è prevista crescere dello 0,3% quest’anno e fermarsi vicino allo zero il prossimo (-0,2%) E’ quanto prevede il Centro studi di Confindustria, precisando che la stima per il 2020 include l’attivazione degli aumenti delle aliquote Iva e delle accise.

I consumi delle famiglie, spiega il CsC, sono caratterizzati già negli ultimi trimestri da una dinamica fiacca, e gli indicatori congiunturali sono coerenti con un andamento ancora debole nei mesi estivi. Diversi fattori incidono sull’andamento dei consumi quest’anno e il prossimo: a favore agisce l’incremento atteso delle risorse disponibili grazie al dispiegarsi degli effetti del reddito di cittadinanza, l’aumento dell’occupazione nel 2019, una maggiore stabilità politica potrebbe incidere positivamente sulla fiducia e sulle decisioni di spesa delle famiglie.

A sfavore, già nel 2019, incide l’aumento della propensione al risparmio, nel 2020 il reddito disponibile reale sarà eroso dalla riduzione dei redditi da interessi e di quelli derivanti dalla distribuzione dei profitti delle imprese, inoltre l’aumento dell’Iva avrà un impatto negativo sulla dinamica della spesa delle famiglie attraverso l’aumento dei prezzi al consumo e l’erosione del potere di acquisto.

rov

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer