Dyson dice addio all’auto elettrica. “Progetto enorme e non sostenibile”

19

James Dyson getta la spugna. Il miliardario inglese, fondatore dell’omonima azienda, famosa in tutto il mondo per i suoi aspirapolvere ciclonici, rinuncia al progetto di sviluppare auto elettriche. Circa due anni fa, Sir James Dyson aveva annunciato in pompa magna di volersi addentrare nel mercato delle auto elettriche annunciando un maxi piano di investimenti per oltre 2 miliardi e mezzo di sterline, pari a 2,8 miliardi di euro, destinati a vari ambiti di ricerca tra cui l’elettrificazione per le auto.

Dyson: dal sogno alla resa

La produzione sarebbe dovuta avvenire in uno stabilimento di Singapore e avrebbe dovuto portare alla messa in vendita di diversi veicoli con caratteristiche diverse. Un progetto ambizioso per cui Dyson aveva messo all’opera circa 600 dipendenti. Ieri…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer