Legge bilancio: Renzi, agire su spesa e rimodulazione debito (Corriere)

12

Per tornare a crescere la vera priorita’ e’ sbloccare il pacchetto da 36 miliardi di euro di investimenti pubblici tenuto fermo dai lacci della burocrazia e dell’inconcludenza politica.

Lo scrive Matteo Renzi in una lettera al Corriere della Sera, spiegando che “vogliamo e dobbiamo incidere anche sul piano della spesa individuando due grandi priorita’ sulle quali lavorare”. L’aumento della spesa per beni e servizi “da quando noi abbiamo lasciato Palazzo Chigi e’ ingiustificabile anche alla luce dell’ottimo lavoro fatto dall’onorevole Gutgeld – spiega – Se tornassimo a spendere per beni e servizi quello che spendevamo con il nostro governo avremmo magicamente servita sul piatto una cifra per il cuneo fiscale degna di questo nome. Non gli spiccioli proposti quest’anno”.

Inoltre, ricorda Renzi, “oggi gli interessi sul debito sono bassi, molto bassi. Ma nel resto d’Europa sono addirittura negativi. Il che costituisce una ghiotta occasione. Va rimodulato il debito, non le aliquote Iva. E rimodulare il nostro debito significa cogliere l’occasione dei tassi bassi per allungare la scadenza spendendo meno e mettendo in sicurezza il Paese per un paio di decenni”.

Conoscendo “l’intelligenza e la sensibilita’ del ministro Gualtieri -conclude Renzi- sono certo che sapra’ cogliere al volo questa occasione, non solo per risparmiare ogni anno almeno mezzo punto di Pil ma anche per dare tranquillita’ a tutte le istituzioni del Paese”.

liv

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer