Unicredit: parte con i tassi negativi (MF)

94

1 Mese : Da Set 2019 a Ott 2019
Clicca qui per i Grafici di Unicredito Spa (PC)

Il ceo di Unicredit Jean Pierre Mustier è passato in poco tempo dalla teoria alla pratica.

Nei giorni scorsi, come presidente della Federazione Bancaria Europea, scrive MF, aveva sottolineato la necessità per le banche di trasferire alla clientela i tassi negativi che gli istituti pagano sui depositi alla Bce (0,5%). Ieri ha annunciato che Unicredit dal 2020 farà pagare un onere su conti molto sopra 100 mila euro. “Stiamo lavorando per introdurre la misura nei Paesi in cui siamo presenti, in modo che ciò avvenga dal prossimo anno”, ha spiegato Mustier, ricordando la presenza della banca in Italia, Germania, Austria e Europa Orientale.

“I tassi negativi verranno trasferiti ai clienti con depositi ben al di sopra di 100 mila euro a partire dal 2020”, ha detto alla tv francese Bmf Business. “Dobbiamo proteggere i clienti più vulnerabili, coloro che sono coperti dalla garanzia di deposito, e quindi, caso per caso, possiamo considerare di spostare i tassi negativi verso le grandi aziende o alcuni grandi clienti”. In ogni caso, ha precisato, “offriremo ai clienti soluzioni alternative ai depositi come ad esempio investimenti in fondi di mercato monetario senza commissioni e obiettivi di performance in territorio positivo”. La manovra così riguarderà grandi clienti private e corporate, non semplici risparmiatori. A questi soggetti verrà poi suggerita la possibilità di investire altrove, in primis presumibilmente nei fondi Amundi che sono distribuiti da Unicredit dopo la cessione di Pioneer.

red/lab

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer