Usa: mandato comparizione per Sondland da commissioni Camera

9

Le commissioni Intelligence, Affari Esteri e di Vigilanza della Camera statunitense emetteranno un mandato di comparizione nei confronti di Gordon Sondland dopo che il dipartimento di Stato ha indotto l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Unione Europea a non presentarsi ieri per una deposizione già programmata.

La mossa ha impedito al Congresso di ascoltare una figura chiave nella controversia relativa all’Ucraina, su cui si basa l’indagine sull’impeachment del presidente Usa, Donald Trump.

La decisione del dipartimento di impedire a Sondland di testimoniare poche ore prima dell’orario in cui era prevista la sua apparizione apre un altro terreno di attrito tra l’amministrazione Trump e la Camera controllata dai democratici.

Ieri il consigliere della Casa Bianca, Pat Cipollone, ha inviato una lettera ai democratici del Congresso respingendo le richieste di cooperazione e attaccando l’inchiesta sull’impeachment. “Avete progettato e implementato la vostra inchiesta in un modo che viola i principi fondamentali dell’equità e del giusto processo, che sono costituzionalmente obbligatori”, ha scritto Cipollone, aggiungendo che “il presidente Trump non può permettere alla sua amministrazione di partecipare a questa indagine di parte in queste circostanze”. La lettera invita i democratici ad “abbandonare gli attuali sforzi, illegali, in corso per portare avanti l’indagine sull’impeachment”.

Trump ha affermato che i democratici sono impegnati in una caccia alle streghe progettata per cacciarlo. I Dem sostengono, invece, di portare avanti delle ricerche legittime sul tentativo della Casa Bianca di arruolare impropriamente una Nazione straniera per minare un avversario politico, l’ex vicepresidente Usa, Joe Biden.

Sondland era volato a Washington da Bruxelles e avrebbe dovuto rilasciare la propria deposizione ieri mattina. I legislatori vogliono sapere cosa sa dei tentativi del presidente Trump di sollecitare Kiev ad avviare indagini su Biden e vogliono capire se l’amministrazione Usa ha offerto la promessa di una visita alla Casa Bianca o di assistenza militare per ricambiare il favore.

L’ambasciatore avrebbe dovuto essere interrogato sul ruolo che lui e altri funzionari hanno svolto nell’elaborazione di una dichiarazione, ad agosto, con cui l’Ucraina si sarebbe impegnata ad avviare un’indagine sulla corruzione che avrebbe coinvolto Biden in cambio di un incontro alla Casa Bianca tra Trump e il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

“Mi piacerebbe mandare l’ambasciatore Sondland, un uomo davvero in gamba e un grande americano, a testimoniare”, ha dichiarato Trump ieri spiegando però che “sfortunatamente avrebbe testimoniato davanti a un tribunale totalmente compromesso, in cui i diritti dei repubblicani sono stati cancellati e che non permette al popolo di vedere i fatti reali”.

Il presidente della Commissione Intelligence della Camera Usa, il democratico Adam Schiff, ha affermato che i Dem considerano la mossa dell’amministrazione Trump che ha vietato a Sondland di testimoniare e di presentare i documenti correlati come “prove supplementari e fortidi ostruzione delle funzioni costituzionali del Congresso”.

Robert Luskin, un avvocato di Sondland, ha dichiarato di essere stato avvisato della decisione ieri mattina da un funzionario del dipartimento di Stato, che non ha fornito spiegazioni aggiuntive. “Il mio cliente è rimasto profondamente deluso per non aver potuto testimoniare e sarà pronto a farlo con breve preavviso, ogni volta che gli sarà permesso di comparire in aula”, ha detto.

Ieri le commissioni parlamentari hanno dichiarato che emetteranno un m,andato di comparizione per Sondland affinchè testimoni e presenti i documenti richiesti. La decisione del dipartimento di Stato avvia inoltre uno scontro immediato sulle testimonianze previste per questa settimana a partire da Marie Yovanovitch, ex ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina, che rimane un dipendente del dipartimento di Stato.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer