Verso il disco verde alla nuova flessibilità Ue ma con diverse condizioni da rispettare

19

Oltre 14 miliardi di flessibilità, pari allo 0,8% del Pil: è quanto il Governo si accinge a chiedere formalmente alla Commissione Ue. In sostanza, poco meno della metà della legge di Bilancio in via di predisposizione sarà finanziata aumentando il deficit del 2020, che dall’1,4% indicato a legislazione vigente salirà nello scenario programmatico al 2,2% del Pil.

Non è poco, soprattutto se lo si aggiunge agli oltre 32 miliardi già ottenuti dall’Italia dal 2015 al 2019. Averlo iscritto nei saldi di finanza pubblica fin d’ora equivale a un sostanziale via libera, ottenuto in via informale nei giorni scorsi dal ministro dell’Econo…
Leggi anche altri post su Economia Italia o leggi originale
Verso il disco verde alla nuova flessibilità Ue ma con diverse condizioni da rispettare


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer