A Milano la bolletta più cara: 29 euro contro 13 di Palermo

209

Durante la settimana compresa tra l’8 e il 14 novembre si registrano condizioni climatiche disomogenee tra i capoluoghi analizzati: a Milano si osserva un ulteriore calo delle temperature, che si traduce in un aumento della spesa energetica per il riscaldamento domestico, mentre a Palermo le temperature registrate non raggiungono valori tali da richiedere l’accensione degli impianti. Per la città di Roma, che si pone in una condizione intermedia, le analisi indicano che le condizioni climatiche hanno richiesto un ricorso solo sporadico agli impianti di riscaldamento domestico.

A registrarlo è la rilevazione settimanale “Smart Building” di Energy&Strategy (E&S) Group del Politecnico di Milano. L’analisi sottolinea che la conseguenza di questa tendenza si traduce in una spesa settimanale di un appartamento “base” pari a 29 euro se situato a Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer