B.P.Bari: faro Ue su sconti fiscali in fusioni (Messaggero)

15

Non è la prima volta che Margrethe Vestager incrocia

la Popolare di Bari mettendosi di traverso. E nonostante la sua discutibilissima decisione del 2015 di considerare il salvataggio

della Tercas da parte del Fondo Interbancario come aiuto di Stato sia stata bocciata pochi mesi fa dal Tribunale della Ue, negli ultimi giorni

la direzione generale della concorrenza di Bruxelles (Dg Comp) avrebbe fatto sapere al Tesoro di avere forti dubbi sull’ammissibilità del decreto Crescita nella parte in cui concede agevolazioni sulle Dta, cioè le imposte differite attive.

Lo scrive Il Messaggero spiegando che l’esponente politico danese sospetta che le agevolazioni sulle imposte differite che possono essere riconosciute alla banca pugliese in caso di fusione entro il 2020, adombrano nuovamente l’ipotesi di sussidio pubblico. Queste riserve sono

sul tavolo della direzione generale del Tesoro che naturalmente si sta attivando per smontarle. Secondo Dg Comp, la norma del decreto Crescita manterrebbe intatte le prerogative in capo all’istituto potendo continuare ad usufruire dei recuperi di imposta futuri generati dalle maggiori svalutazioni a seguito della vendita di Npl. In pratica è una

specie di tampone sul patrimonio, eroso negli ultimi anni dal rosso gestionale. Dal 2015 al primo semestre 2019, la Bari ha accumulato

perdite per circa 1,2 miliardi.

Il vertice della banca è al lavoro con uno stuolo di advisor fra cui Oliver Wyman per confezionare un piano di emergenza, reso urgente da un indice patrimoniale Cet 1 del 6,22%. Le autorità, dalla Bce a Bankitalia, tengono il fiato sul collo dell’istituto per spingerlo a varare una terapia d’urto fatta di ricapitalizzazione e trasformazioni societarie anche per tener conto del malcontento dei soci che non riescono a commercializzare le azioni. La strada di fondersi con qualche istituto meridionale con cui ci sono state trattative non riesce a concretizzarsi e adesso il faro Ue sulle Dta complica tutto.

pev

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer