La “cucina più amata dagli italiani” è nata in un negozio di alimentari

214

C’erano una volta Raffaella Carrà e Lorella Cuccarini, poi è venuto Carlo Cracco. Cambiano i testimonial ma la sua è sempre la cucina più amata dagli italiani. Lo slogan del brand, cioè, è ancora lo stesso da 50 anni. E Fabiana Scavolini, amministratrice delegata dell’azienda di Pesaro, ne porta con fierezza la bandiera. Lei è la seconda generazione della famiglia che da un piccolo negozio di alimentari e frutta gestito dai nonni, diede vita a un’attività industriale distribuita oggi in 50 paesi del mondo.

Artefici del progetto sono stati suo padre Valter, un visionario col temperamento del leader, e il fratello Elvino, di undici anni più grande. Li spingeva una volontà frenetica di affermarsi in un settore dell’arredamento della casa destinato a diventare il cuore di un’Italia in pieno boom economico. Sposati a due sorelle, legati a doppio filo da stima e fiducia, con una…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer