Mediobanca: Mustier, sostegno a economia da ricavato vendita quota

115

1 Mese : Da Ott 2019 a Nov 2019
Clicca qui per i Grafici di Mediobanca Spa (PC)

I 785 milioni di euro che Unicredit ha ricavato dalla cessione della quota dell’8,4% che fino a ieri sera deteneva nel capitale di Mediobanca “verranno impiegati per sostenere l’economia reale”.

E’ quanto ha spiegato l’a.d. Jean Pierre Mustier nel corso di una conference call di commento ai risultati del terzo trimestre. Rispondendo ad altre domande poste su questo tema, il banchiere ha inoltre sottolineato come l’operazione sia stata gestita “in modo indipendente” rispetto al probabile intento della Delfin di Leonardo Del Vecchio di accrescere ulteriormente il proprio peso nella compagine dei soci di piazzetta Cuccia. Anche quando Unicredit si disimpegnò da FinecoBank, la strada scelta da Mustier fu in effetti quella di procedere con quattro distinti collocamenti accelerati sul mercato, mantenendo dunque una totale equidistanza da soggetti che si erano fatti avanti per acquistare direttamente una partecipazione nell’allora banca diretta multicanale del gruppo.

Tornando a Mediobanca, Mustier ha ricordato come lui stesso si fosse prodigato due anni fa – quando Vincent Bolloré comunicò l’intenzione di smobilizzare la propria partecipazione dallo storico Patto che coagulava i grandi soci – a sostenere la creazione di un Patto di sindacato forte a protezione di piazzetta Cuccia e di conseguenza anche di Generali Ass. di cui la merchant milanese è primo socio con una quota del 13%. Nelle discussioni tra i pattisti si impose tuttavia la linea di quanti preferivano far evolvere il Patto in un semplice accordo di consultazione e “a quel punto Unicredit ha deciso di considerare non più strategica ma finanziaria la quota”, ha sottolineato il banchiere. Pertanto, dopo il disimpegno di ieri, Mediobanca viene vista solo come “un competitor”.

Quanto all’esito dell’accelerated bookbuilding con cui è stata condotta la cesssione dell’8,4%, Mustier ha parlato di un “buon appetito da parte degli investitori istituzionali che ha consentito di chiudere l’operazione in un’ora e con un piccolo sconto del 2,3% concesso rispetto all’ultima chiusura” di Borsa di ieri. Dopotutto “Mediobanca”, ha assicurato il numero uno di Unicredit, “è guidata molto bene e molti tra gli investitori lo riconoscono”.

ofb

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer