Pil: Bankitalia, frena il Sud ma anche il centro-nord fatica

9

Si amplia il divario di crescita tra le regioni meridionali e il resto d’Italia. Tuttavia permane anche il ritardo delle aree più industrializzate del Paese rispetto alle altre maggiori economie dell’area dell’euro per la deludente dinamica della produttività. Bene gli investimenti e la redditività operativa delle imprese. Tengono le esportazioni nel Nord Est e nel Centro.

È quanto emerge dal Rapporto di Banca d’Italia “Economie regionali.

L’economia delle regioni italiane, dinamiche recenti e aspetti

strutturali”.

Il Pil risulta ancora circa dieci punti percentuali inferore a quello del 2007 nel Mezzogiorno, di quasi tre nel Centro Nord.

cce

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer