Usa: Bloomberg pronto a entrare in corsa per primarie Dem 2020

14

Il miliardario Michael Bloomberg si sta preparando per partecipare alla corsa per la nomination presidenziale democratica del 2020, ha detto uno dei suoi consiglieri, mesi dopo che l’ex sindaco di New York ha dichiarato che non si sarebbe candidato.

Bloomberg sta pensando di entrare nella competizione per timore che gli attuali candidati democratici non siano in grado di sconfiggere il presidente Usa, Donald Trump, ha detto il suo consigliere Howard Wolfson.

“Mike crede che Trump rappresenti una minaccia senza precedenti per la nostra Nazione. Ora dobbiamo portare a termine il nostro compito e assicurarci che il presidente sia sconfitto ma Mike è sempre più preoccupato che i candidati attuali non sia ben posizionati per farlo”, ha dichiarato Wolfson, aggiungendo che Bloomberg si sta preparando per candidarsi alle primarie in Alabama. La scadenza per la presentazione della candidatura è oggi e l’Alabama è uno dei 14 Stati che organizzano il voto il 3 marzo, ovvero il cosiddetto “super Tuesday”.

Le persone che hanno familiarità con i piani di Bloomberg hanno detto che non ha preso una decisione definitiva sull’opportunità o meno di correre. Il suo ingresso aggiungerebbe una nuova dimensione a un campo già affollato e offrirebbe un’alternativa, ben finanziata, all’ex vicepresidente, Joe Biden, per gli elettori che cercano un candidato più centrista che sfidi il presidente.

Due importanti candidati progressisti, i senatori Elizabeth Warren e Bernie Sanders, hanno incoraggiato l’arrivo di un altro miliardario, che si unirà a Tom Steyer, nella gara per la candidatura Dem che vedrebbe 16 persone in corsa.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer