A quali condizioni può proseguire il rally dei mercati azionari


Mercato azionario

Secondo GAM SGR il recupero dell’azionario nasconde le profonde differenze fra l’andamento dei titoli ‘Quality Growth’ e ‘Value’, ma per fare in modo che la crescita prosegua difficilmente si potrà prescindere dai secondi

Un assunto non sempre confermato dai testi dedicati ai mercati finanziari recita che nel lungo termine i titoli Value sono destinati a sovraperformare i titoli Growth, in quanto in quest’ultimo caso gli investitori sono portati a sovrastimare, e dunque pagare troppo, le non certe prospettive di crescita futura delle società della seconda categoria. Ma come accade spesso, anche in finanza i totem, pure se corroborati da raffinati studi accademici, possono essere improvvisamente spiazzati dagli eventi.

PER UN DECENNIO I TITOLI AD ALTA CRESCITA HANNO DOMINATO I VALUE QUASI SEMPRE

Parte da questa considerazione un commento di Antonio Anniballe, gestore del team Multi Asset Italia di GAM SGR, non a caso titolato “a tale of two cities”, vale a dire la storia di due città, che ricorda come maggio 2007 abbia marcato il punto massimo del Value rispetto al Growth, e aggiunge che da allora, e soprattutto dall’ultima fiammata di fine 2016, i titoli ad alta crescita hanno dominato i Value quasi senza interruzionI, aiutati da vari fattori come le difficoltà strutturali delle banche, i tassi bassi, il nuovo modello di crescita cinese e l’egemonia crescente e dei big della tecnologia e del comparto sanitario…

Continua la lettura

** Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge