Abruzzo, la Lega «ruba» voti a M5s e Fi. Metà degli elettori Cinque stelle resta a casa

Lega con un bacino di voti concentrato tra operai e over 64. M5s in caduta ma con forti consensi tra i disoccupati. Sono alcune delle principali indicazioni che emergono dall’analisi dei flussi elettorali nel voto regionale in Abruzzo, rispetto alle politiche del 2018, effettuata dalla società Swg.

Si parte dal M5s, crollato dal 39,9% al 19,7%. Solo il 32,6% di chi aveva votato Cinque Stelle nel 2018 ha confermato il suo voto. Il 46,3% si è astenuto, mentre il 21,1% ha cambiato voto spostandosi verso la Lega (10,2%) o Pd e liste di centrosinistra (9,7%).

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer