Accesso edilizia residenziale pubblica, incostituzionale il requisito della residenza


Accesso edilizia residenziale pubblica, incostituzionale il requisito della residenza

Con la sentenza n. 44, la Corte costituzionale è intervenuta nel merito dei requisiti per l’ottenimento di una casa popolare. Vediamo quanto sottolineato.

Secondo quanto evidenziato, “è irragionevole negare l’accesso all’edilizia residenziale pubblica a chi, italiano o straniero, al momento della richiesta non sia residente o non abbia un lavoro nel territorio della Regione da almeno cinque anni. Questo requisito, infatti, non ha alcun nesso con la funzione del servizio pubblico in questione, che è quella di soddisfare l’esigenza abitativa di chi si trova in una situazione di effettivo bisogno”.

Con la sua sentenza, la Consulta ha accolto la censura sollevata dal Tribunale di Milano sul requisito della residenza …


fonte

sito