Aerei, in giugno mini-ripresa con 1,1 milioni di viaggiatori, ma sul 2019 il calo è del 94%


Aerei, in giugno mini-ripresa con 1,1 milioni di viaggiatori, ma sul 2019 il calo è del 94% 
C’è una miniripresa del traffico aereo nazionale ma i voli e i viaggiatori rimangono largamente inferiore rispetto ai livelli precedenti alla pandemia. In giugno i movimenti aerei (atterraggi e decoli) negli scali italiani sono stati 28.400, il doppio rispetto a maggio, i viaggiatori sono stati quasi 1,1 milioni, 885mila in più del mese precedente, ma -94,2% rispetto allo stesso mese del 2019.I dati sono stati pubblicati da Assaeroporti, l’associazione degli scali italiani, secondo la quale «il traffico aereo in Italia dà finalmente qualche, sia pur debole, segnale di ripresa». Dopo il sostanziale azzeramento del traffico in aprile (-99,3% rispetto allo stesso mese del 2019) e in maggio (-98,7%), in giugno la riduzione si è attenuata ma rimane elevatissima, -94,2% come detto.«Un importante passo avanti, dopo il sostanziale azzeramento registrato nel primo periodo della pandemia, che però non rende il quadro meno critico», osserva Assaeroporti. Nelle prime tre settimane di luglio c’è stato un ulteriore aumento, con 1,2 milioni di viaggiatori in più rispetto a giugno. Questo secondo Assaeroporti non modifica la stima di un forte ribasso del traffico nell’intero 2020. Ad oggi si prevede che il 2020 possa chiudersi con circa 67 milioni di viaggiatori, che corrisponde a un -65% sul 2019. Rispetto ai circa 200 milioni di viaggiatori previsti prima del Covid-19 ci sarebbe un calo di 130 milioni di viaggiatori.Viene rimandata di un anno, al 2024, la data entro la quale si stima di arrivare a un pieno…