Dow Jones

Afghanistan: talebani consolidano controllo Kabul

I talebani hanno consolidato il controllo della capitale afghana: molti negozi hanno riaperto, la polizia è tornata alle loro postazioni e un alto funzionario del movimento islamista è arrivato per avere colloqui con i leader politici affiliati con il Governo afghano deposto.

Migliaia di afgani impiegati dalle ambasciate occidentali a Kabul sono rimasti bloccati in città, impossibilitati a entrare nell’aeroporto per prendere i voli di evacuazione. I voli militari sono ripresi dopo che gli Stati Uniti hanno inviato truppe aggiuntive per proteggere l’aeroporto, ma l’accesso resta difficile poiché i talebani hanno eretto posti di blocco agli ingressi, allontanando le persone dagli scali. Di conseguenza, alcuni voli di evacuazione sono partiti quasi vuoti.

Agenti talebani hanno continuato a perquisire gli uffici e le case degli afgani affiliati a Governi e organizzazioni occidentali, raccogliendo prove. Ai nuovi posti di blocco sorti in città, hanno ispezionato gli smartphone dei residenti alla ricerca di contenuti illeciti e di comunicazioni in inglese.

A Kabul, i talebani, che hanno proclamato l’Emirato islamico dell’Afghanistan quando hanno occupato per la prima volta il Paese nel 1996, si sono finora astenuti dal tipo di azioni radicali che in passato hanno portato a condanne a livello mondiale e hanno emesso un’amnistia per i funzionari del Governo. Oggi hanno anche permesso alle presentatrici di sesso femminile di continuare a svolgere il proprio lavoro nei canali televisivi.

L’unica esecuzione nota dopo che i talebani hanno preso il controllo della capitale domenica è stata quella di Abu Omar Khorasani, l’ex capo dello Stato islamico dell’Asia meridionale, che è stato prelevato dai talebani da una prigione del Governo afghano e ucciso sul posto, secondo i funzionari. Una foto del suo corpo è stata poi pubblicata sui social.

L’ex presidente afghano, Hamid Karzai, l’ex capo negoziatore di pace Abdullah Abdullah e l’ex signore della guerra islamista, Gulbuddin Hekmatyar, che inizialmente si era alleato con i talebani ma poi si è riconciliato con Kabul, sono rimasti nella capitale afghana dopo che il presidente Ashraf Ghani e la maggior parte del suo Governo sono fuggiti dal Paese domenica.

Hekmatyar, in un’intervista alla Bbc, ha affermato che i politici di Kabul vogliono discutere sulla condivisione del potere con i talebani. Un Governo più inclusivo – a differenza dell’Emirato Islamico dei Talebani – potrebbe ottenere il riconoscimento e gli aiuti internazionali.

Haroun Rahmini, un assistente professore di diritto presso l’Università americana dell’Afghanistan, che ora è chiusa, ha affermato che i talebani sono totalmente dominanti, qualsiasi nuovo Governo che emergerà sarà a loro piacimento, piuttosto che una configurazione provvisoria più neutrale e ha detto che non è chiaro se i talebani saranno generosi dopo il loro trionfo.

“La parte non talebana non ha alcuna leva per forzare nulla”, ha detto, aggiungendo che “se i talebani escludono la loro opposizione, se non cercano di espandere la base interna a loro sostegno, potrebbero gettare i semi per far emergere una resistenza contro di loro”.

A differenza degli anni ’90, dove significative sacche dell’Afghanistan sono rimaste al di fuori del controllo dei talebani, in particolare nella valle del Panjshir e nella provincia nord-orientale del Badakhshan, questo mese il movimento islamista si è impadronito dell’intero Paese e non deve affrontare alcuna opposizione armata organizzata. Solo un membro di spicco del Governo deposto, l’ex vicepresidente Amrullah Saleh, ha promesso di resistere attivamente al dominio dei talebani.

I piani per riprendere i negoziati per la condivisione del potere a Doha, in Qatar, dove ha sede l’ufficio politico dei talebani, sono stati finora bloccati, in parte a causa dei disordini all’aeroporto di Kabul. Migliaia di afghani disperati si sono riversati nelle vicinanze dell’aeroporto, molti dei quali senza visto o passaporto, sperando di lasciare il Paese.

Un membro della squadra negoziale afghana ha detto che sono in corso sforzi per portare Karzai e Abdullah a Doha il prima possibile. Nel frattempo, Amir Khan Muttaqi, un membro del consiglio di vertice dei talebani ed ex ministro dell’informazione nel loro Governo pre-2001, è arrivato nella capitale afghana per dialogare, dicono funzionari occidentali e media pro-talebani. I filmati sui social media lo hanno anche mostrato mentre ispezionava gli uffici della televisione di stato afghana, che ha ripreso le trasmissioni e oggi ha avuto il consenso affinchè una presentatrice – vestita con velo nero ma con il viso scoperto – intervistasse un rappresentante dei talebani.

Il portavoce capo dei talebani, Zabiullah Mujahid, ha detto che oggi terrà la prima conferenza stampa del gruppo a Kabul.

Prima della vittoria dei talebani, gli Stati Uniti e altri Paesi avevano cercato di convincere i talebani e i rappresentanti politici afghani a formare un’amministrazione provvisoria, composta da persone di entrambe le parti. Quell’iniziativa non ha mai funzionato, in parte perché Ghani ha respinto le richieste dei talebani di dimettersi e in parte perché i talebani hanno bloccato le discussioni su una road map per tale accordo, aspettando mentre la loro offensiva militare si intensificava.

cos

(END) Dow Jones Newswires

August 17, 2021 06:32 ET (10:32 GMT)

Segnali:

La scuola segreta per ragazze a Kabul. Così in Afghanistan si sfidano i talebani
È da settembre che attende di poter rientrare a scuola, ma nella provincia di Kabul, così come nella maggior parte dei ...
Afghanistan, i Talebani annunciano: "Le giornaliste non potranno mostrare il volto in tv"
"L'Emirato islamico con un nuovo ordine chiede che tutte le presentatrici in tutti i canali tv abbiano il volto coperto ...
L'Afghanistan è tornato com'era: economia ko, donne segregate e la libertà è scomparsa
Generosamente, mentre dall'agosto 2021 i riflettori dell'interesse internazionale sull'Afghanistan si sono spenti, alcuni, ...
Afghanistan, i talebani sciolgono la Commissione per i diritti umani
Le autorità talebane in Afghanistan hanno sciolto 5 dipartimenti chiave dell'ex governo sostenuto dagli Stati Uniti, inclusa ...
Afghanistan, Talebani: donne in tv coprano il volto
Ancora limitazioni per le donne in Afghanistan. Da quando il paese è stato abbandonato in mano ai Talebani le restrizioni ai ...
Afghanistan, la protesta delle giornaliste contro i Talebani: in tv a volto scoperto
Le donne hanno deciso di mostrarsi in Tv a volto scoperto sfidando l’ingiunzione del governo dei talebani secondo cui entro ...
Afghanistan, la sfida delle giornaliste ai talebani: in tv a volto scoperto
'Le nostre colleghe temono che se si coprono il viso, la prossima cosa che verrà decisa sarà di vietar loro di lavorare', ha ...
Afghanistan, rifugiata in Pakistan: Italia se mi dimentichi muoio
La testimonianza raccolta da Arci, organizzazione firmataria del protocollo per i corridoi umanitari. "Mi hanno promesso il ...
Afghanistan. I funzionari provinciali talebani discutono su come applicare il decreto sull’hijab
In Afghanistan, in una recente riunione di funzionari provinciali del ministero talebano per la Promozione delle virtù, si è ...
Afghanistan, presentatori Tv in maschera in sostegno colleghe
Roma, 25 mag. (askanews) - Contro l'ordine dei talebani per il quale le presentatrici televisive afgane devono coprire il ...
Afghanistan, talebani sciolgono Camere e altre istituzioni del Paese -2-
Roma, 17 mag. (askanews) - Sabato, il governo guidato dai talebani aveva annunciato il suo primo bilancio annuale da quando è salito al potere in Afghanistan lo scorso agosto. Funzionari talebani hann ...
Le ragazze di Kabul
Per SEIDISERA, il programma della RadioSvizzeraItaliana, il nostro Giuliano Battiston ha raccolto le voci di alcune donne sul ...

Error fetching: Failed to reach website: https://it.advfn.com/notizie/Afghanistan-talebani-consolidano-controllo-Kabul_85854761.html

Error fetching: Failed to reach website: https://it.advfn.com/notizie/Afghanistan-talebani-consolidano-controllo-Kabul_85854761.html


Show More