Aids, un vaccino made in Italy che può migliorare la cura

La prima cosa da chiarire è che non si tratta di un vaccino preventivo contro l’Aids, ovvero di una profilassi che impedisce di contrarre la malattia: il vaccino Tat – messo a punto dall’équipe guidata da Barbara Ensoli, direttore del Centro Nazionale per la Ricerca su HIV/AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità – è un vaccino terapeutico. Per il momento una promessa molto interessante, tutta da indagare, che potrebbe migliorare la qualità di vita dei pazienti, vale a dire di chi già ha contratto l’infezione, inducendo una risposta immunitaria capace di migliorare l’efficacia dei farmaci anti-HIV.

ASCOLTA L’AUDIO – Ensoli a Radio 24. Aids: “Un vaccino per controllare il virus”

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer