Alitalia: summit con Delta (Sole)


Il commissario di Alitalia, Giuseppe Leogrande, ha incontrato una delegazione di manager di Delta, la compagnia Usa che ha confermato di recente l’interesse a investire 100 milioni di euro per il 10% di una Nuova Alitalia quando la compagnia sarà messa in vendita. La delegazione era guidata da Roberto Ioriatti, manager italiano che è vicepresident – Transatlantic di Delta.

“Abbiamo incontrato il commissario Leogrande e la sua squadra», ha detto Ioriatti al Sole 24 Ore. Il 21 gennaio Leogrande aveva spiegato che con la compagnia americana è prevista “la rinegoziazione del patto transatlantico”, con Delta “faremo, spero a giorni, un accordo transitorio fino a maggio, nell’ottica poi di negoziare un accordo più ampio”.

“Stiamo lavorando con Alitalia su un accordo di transizione che copra la nostra collaborazione nei voli transatlantici fino al 20 maggio prossimo”, ha detto Ioriatti. “Siamo nelle fase finale. Ma l’accordo non è ancora stato finalizzato”, ha precisato il manager di Delta. “Per il periodo dal 21 maggio in poi – ha spiegato – dovremo discutere un accordo ulteriore. Delta è interessata a continuare la collaborazione con Alitalia, siamo partner da quasi 20 anni”.

Delta vuole accelerare anche per evitare che la compagnia finisca nell’orbita di Lufthansa, che ha proposto un accordo commerciale. La necessità di un “accordo transitorio” deriva dal fatto che Delta ha stipulato una nuova joint venture transatlantica a quattro, Blue Skies, nella quale è entrata Virgin Atlantic, accanto a Air France e Klm, mentre Alitalia non c’è più. Il dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti, quando in novembre ha concesso l’Antitrust immunity al nuovo accordo di Delta, ha ordinato la cessazione degli accordi esistenti con Alitalia, a partire dal 21 maggio 2020.

red/lab

Lascia un commento