Allarme latte in Sardegna: Coldiretti, prezzi illeciti mettono a rischio 12mila allevamenti

E’ allarme per il latte di pecora in Sardegna, che viene sottopagato per effetto di uno squilibrio commerciale che favorisce le speculazioni lungo la filiera, mettendo a rischio le piccole e medie imprese agroalimentari. “La situazione – denuncia la Coldiretti – è insostenibile con il prezzo offerto da un cartello di industrie inferiore a 60 centesimi per litro di latte di pecora che spinge alla chiusura i 12mila allevamenti della Sardegna dove pascolano 2,6 milioni di pecore, il 40% di quelle allevate in Italia, che producono quasi 3 milioni di quintali di latte destinato per il 60% alla produzione di pecorino romano”. Una esigenza che sarà sollevata domani davanti a Piazza Montecitorio a Roma con un delegazione di pastori sardi ospitata per far conoscere alle istituzioni nazionali la tragedia del latte di pecora. In gioco c’è, oltre il futuro di migliaia di famiglie, anche di un settore economico strategico per il Made…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer