Amazon: 1.600 nuove assunzioni per supportare economia Ita

Amazon: 1.600 nuove assunzioni per supportare economia Ita


Grafico Azioni Amazon com (NASDAQ:AMZN)
Intraday

Lunedì 20 Luglio 2020

Amazon ha annunciato oggi che creerà in Italia 1.600 posti di lavoro a tempo indeterminato nel 2020: una crescita che porterà la forza lavoro dell’azienda a un totale di 8.500 dipendenti, rispetto ai 6.900 di fine 2019, in più di 25 sedi in tutta Italia.

Queste nuove opportunità di lavoro, si legge in un comunicato, sono destinate a persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza in ambiti come lo sviluppo di software, la linguistica, la logistica, le risorse umane, presso il Centro Direzionale di Milano, i Centri di Sviluppo di Torino e Asti, il Servizio Clienti di Cagliari, i Centri di Distribuzione, Depositi di Smistamento e magazzini Prime Now, in tutto il Paese.

Tra aprile e giugno Amazon ha investito 4 mld di dollari per iniziative legate al Covid, alla consegna degli ordini ai clienti e alla sicurezza dei dipendenti. Inoltre sono stati introdotti 150 cambiamenti di processo, per tutelare i dipendenti tra cui una maggiore frequenza delle pulizie e sanificazione, il mantenimento della distanza di sicurezza, il controllo della temperatura e la distribuzione di sistemi di protezione individuale.

I nuovi posti di lavoro offrono opportunità di crescita professionale, una retribuzione competitiva, e un pacchetto completo di benefit, tra cui l’assicurazione sanitaria privata contro gli infortuni e sconti per acquisti su Amazon.it a tutti i dipendenti. Nel 2019, Amazon ha pagato, in media, oltre 17,2 mln di euro al mese in remunerazioni e stipendi ai nostri dipendenti in Italia.

Amazon annuncia inoltre gli investimenti effettuati in Italia nel 2019: 1,8 mld di euro, che includono le spese per i centri di distribuzione, gli uffici e la nuova Regione Aws, Milano.

Per quanto riguarda il 2020, Amazon ha già pianificato un investimento di più di 140 mln di euro per la costruzione del quinto e del sesto Centro di Distribuzione. Inoltre è stata già programmata l’apertura di ulteriori depositi di smistamento nella seconda parte dell’anno a Catania, Cagliari, Genova, Pisa, Brescia, Parma e Milano.

Nel 2019, i ricavi totali delle attività di Amazon in Italia sono stati di 4,5 mld di euro. Nel 2019 Amazon ha investito 1,8 mld di euro in Italia, di cui 168 mln di euro come spese in conto capitale, ovvero infrastrutture: Centri di Distribuzione, uffici e data center.

Inoltre, nel 2019, il contributo fiscale complessivo è stato di 234 mln di euro, da dvidersi in due parti: le imposte sostenute direttamente da Amazon pari a 84 mln di euro e le imposte indirette che raccolte per ulteriori 150 mln di euro come risultato delle attività Amazon in Italia.

Dal 2010 al 2019, Amazon ha effettuato investimenti diretti nelle operazioni in Italia per oltre 5,8 mld di euro. Ciò include sia le spese in conto capitale sia le spese operative. Attraverso gli investimenti e alla creazione di posti di lavoro, Amazon concorre alla creazione di ricchezza e alla crescita economica dell’Italia. Secondo lo studio Keystone, Amazon ha contribuito al Pil in Italia per 7,6 mld di euro tra il 2010 e il 2019.

com/lde

fine

MF-DJ NEWS

2018:58 lug 2020

Amazon: 1.600 nuove assunzioni per supportare economia Ita 

Grafico Azioni Amazon com (NASDAQ:AMZN)
Intraday

Lunedì 20 Luglio 2020

Amazon ha annunciato oggi che creerà in Italia 1.600 posti di lavoro a tempo indeterminato nel 2020: una crescita che porterà la forza lavoro dell’azienda a un totale di 8.500 dipendenti, rispetto ai 6.900 di fine 2019, in più di 25 sedi in tutta Italia.

Queste nuove opportunità di lavoro, si legge in un comunicato, sono destinate a persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza in ambiti come lo sviluppo di software, la linguistica, la logistica, le risorse umane, presso il Centro Direzionale di Milano, i Centri di Sviluppo di Torino e Asti, il Servizio Clienti di Cagliari, i Centri di Distribuzione, Depositi di Smistamento e magazzini Prime Now, in tutto il Paese.

Tra aprile e giugno Amazon ha investito 4 mld di dollari per iniziative legate al Covid, alla consegna degli ordini ai clienti e alla sicurezza dei dipendenti. Inoltre sono stati introdotti 150 cambiamenti di processo, per tutelare i dipendenti tra cui una maggiore frequenza delle pulizie e sanificazione, il mantenimento della distanza di sicurezza, il controllo della temperatura e la distribuzione di sistemi di protezione individuale.

I nuovi posti di lavoro offrono opportunità di crescita professionale, una retribuzione competitiva, e un pacchetto completo di benefit, tra cui l’assicurazione sanitaria privata contro gli infortuni e sconti per acquisti su Amazon.it a tutti i dipendenti. Nel 2019, Amazon ha pagato, in media, oltre 17,2 mln di euro al mese in remunerazioni e stipendi ai nostri dipendenti in Italia.

Amazon annuncia inoltre gli investimenti effettuati in Italia nel 2019: 1,8 mld di euro, che includono le spese per i centri di distribuzione, gli uffici e la nuova Regione Aws, Milano.

Per quanto riguarda il 2020, Amazon ha già pianificato un investimento di più di 140 mln di euro per la costruzione del quinto e del sesto Centro di Distribuzione. Inoltre è stata già programmata l’apertura di ulteriori depositi di smistamento nella seconda parte dell’anno a Catania, Cagliari, Genova, Pisa, Brescia, Parma e Milano.

Nel 2019, i ricavi totali delle attività di Amazon in Italia sono stati di 4,5 mld di euro. Nel 2019 Amazon ha investito 1,8 mld di euro in Italia, di cui 168 mln di euro come spese in conto capitale, ovvero infrastrutture: Centri di Distribuzione, uffici e data center.

Inoltre, nel 2019, il contributo fiscale complessivo è stato di 234 mln di euro, da dvidersi in due parti: le imposte sostenute direttamente da Amazon pari a 84 mln di euro e le imposte indirette che raccolte per ulteriori 150 mln di euro come risultato delle attività Amazon in Italia.

Dal 2010 al 2019, Amazon ha effettuato investimenti diretti nelle operazioni in Italia per oltre 5,8 mld di euro. Ciò include sia le spese in conto capitale sia le spese operative. Attraverso gli investimenti e alla creazione di posti di lavoro, Amazon concorre alla creazione di ricchezza e alla crescita economica dell’Italia. Secondo lo studio Keystone, Amazon ha contribuito al Pil in Italia per 7,6 mld di euro tra il 2010 e il 2019.

com/lde

fine

MF-DJ NEWS

2018:58 lug 2020