Apple rallenta meno del previsto

Dopo il profit warning del 2 gennaio, il primo dopo la lunghissima cavalcata che ha portato Apple  al vertice di Wall Street per capitalizzazione, tutti gli occhi erano puntati sui conti del secondo trimestre fiscale per cercare di capire quanto davvero fossero rallentate le vendite di iPhone, il prodotto più iconico di Cupertino oltre che fonte di oltre il 60% dei ricavi complessivi.

Nel trimestre di Natale, tradizionalmente il più ricco, i ricavi sono scesi del 5% a 84,3 miiardi di dollari, mentre gli utili netti sono diminuiti di meno dell’1% a 19,9 miliardi di dollari, battendo le aspettative degli analisti.
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer