Atlantia: Telepass non ha bisogno di prestiti con garanzia Stato (fonte)


Grafico Azioni Atlantia (BIT:ATL)
Intraday

Mercoledì 20 Maggio 2020

Telepass (Atlantia) non ha bisogno di prestiti con garanzia statale.

E’ quanto si è appreso da fonti vicine alla società in merito a indiscrezioni di stampa su una possibile richiesta di garanzia Sace prevista dal decreto Liquidità.

Secondo quanto si apprende, tra le società del gruppo Atlantia starebbero pensando a un prestito garantito Aspi, che sarebbe orientata a chiedere 1,25 mld, Adr, con una richiesta di 250 mln mentre altre società operative della holding, tra cui Pavimental, avrebbero in serbo di chiedere una cifra prossima ai 250 mln. Le richieste, secondo quanto si apprende, sono nella fase istruttoria.

La condizione più delicata è quella di Aspi che si trova nell’impossiblità di finanziarsi sul mercato, visto che l’articolo 35 del Decreto Milleproproghe, che rende agevole e molto più economica la revoca della Concessione, è rimasto immutato. La società, che continua fare fronte ai propri impegni, si trova in una situazione complessa e di scarsa liquidità. La holding ha attivato un finanziamento infragruppo di 900 mln.

Le prospettive reddituali di Aspi sono piuttosto complesse. L’impatto dell’epidemia da Covid-19 sui ricavi del 2020 è di – 1 mld. Le stime per il 2021 sono molto difficili da effettuare in relazione all’incertezza sull’evoluzione dell’epidemia ma viene ritenuto assai probabile che i ricavi saranno molto distanti dai livelli precrisi.

Sullo sfondo, a rendere il panorama ancora più articolato, rimangono gli investimenti per complessivi 14,5 mld che la società si è impegnata a fare fino alla scaenza della concessione del 2038.

glm

MF-DJ NEWS

2017:04 mag 2020

Lascia un commento