Attesa apertura in ribasso. Fa paura il rallentamento cinese

Il rally di gennaio, che ha visto l’indice Ftse Mib apprezzarsi dell’8% e l’indice Msci globale del 6,7%, potrebbe registrare una frenata. Sui mercati europei è prevista un’apertura in calo a causa dei nuovi dati macro in arrivo dalla Cina. Infatti gli utili industriali cinesi sono scesi per il secondo mese consecutivo a dicembre, un ulteriore segnale del rallentamento della seconda economia globale. Nello specifico il dato è sceso dell’1,9% a livello annuale, come non accadeva dal dicembre del 2015, in linea con il calo dell’1,8% anno su anno di novembre. Oggi da seguire soprattutto l’indice Cfnai di dicembre negli Usa e, tra gli altri, il discorso di Draghi (Bce) in occasione dell’audizione al Parlamento Europeo.

Si tratterà di una settimana ricca di appuntamenti. In agenda ci sono per questi ultimi giorni di gennaio la riunione della Federal Reserve…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer