“Attrezzature agricole, consulenze e telepass”. Blutec, undici milioni di spese inutili

PALERMO – La Guardia di finanza di Palermo sta esaminando i documenti sequestrati negli uffici della Blutec. E’ caccia ai 16 milioni di euro di finanziamento statale che sembrano scomparsi, una “malversazione ai danni dello Stato” secondo la procura di Termini Imerese, che ha fatto scattare gli arresti domiciliari per il presidente del Consiglio di amministrazione della società di Rivoli, Roberto Ginatta, e per l’amministrazione delegato, Cosimo Di Cursi.

Gli investigatori del nucleo di polizia economico finanziaria sono partiti dalle spese inutili già evidenziate da Invitalia: undici milioni di voci già dichiarate “inammissibili”. Un milione e 600 mila euro per consulenze riguardanti la gestione di personale (mai entrato in attività); un milione e 800 mila euro per spese catalogate come “opere murarie e assimilate”, fra queste anche l’acquisto di attrezzature agricole, chissà quali aiuole dovevano essere curate attorno alla fabbrica. Poi, sette milioni…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer