Cdp in Autostrade, operazione di mercato contestuale alla quotazione in Borsa


Cdp in Autostrade, operazione di mercato contestuale alla quotazione in Borsa 

MILANO – Si va verso un’operazione totalmente di mercato e con qualche giorno di slittamento rispetto alla tabella originaria di marcia, per quel che riguarda la riorganizzazione societaria di Autostrade per l’Italia a seguito dell’accordo ratificato dal Consiglio dei Ministri e che prevede la discesa nel capitale di Aspi della holding Atlantia (che fa riferimento alla famiglia Benetton) e l’ingresso di Cdp.

L’operazione Aspi si configura come un’operazione totalmente di mercato e non come una statalizzazione della società, sottolineano fonti vicine al dossier alle agenzie di stampa nel puntualizzare che sarà proprio il mercato a stabilire la giusta quotazione di Aspi. Tutti i soci – quindi anche la Cdp – entreranno in fase di Ipo e tutti pagheranno lo stesso valore. Il prezzo di ingresso per Cdp sarà quindi quello della quotazione, come per gli altri investitori. La valutazione di Aspi, evidenziano le stesse fonti, sarà guidata dal mercato stesso, come avviene in tutte le Ipo, e non ex ante.

Le modalità con cui Aspi verrà quotata sono contenute nella bozza di memorandum di intesa che Cassa Depositi e Prestiti ha inviato ad Atlantia venerdì scorso. Cdp è ora in attesa di risposta. Secondo quanto s’apprende, la firma del Mou, prevista per domani, sarebbe destinata a slittare di qualche giorno.

Il ruolo della Cassa in questa operazione è quella di un soggetto privato e indipendente che opera nei limiti ed entro i ‘paletti’ stabiliti dalle legge. Il fatto …