«Avanti con la Tav, attesa da lustri»:il Pd presenta la mozione in Senato

«Sulla Tav non può decidere un solo uomo, ossia il ministro Danilo Toninelli, né deve decidere un referendum: abbiamo il Parlamento, usiamolo». L’ex premier Matteo Renzi , nell’intervista di domenica al Sole 24 Ore, sfidava così il leader della Lega Matteo Salvini a «metterci la faccia» e a portare la questione che più lo divide dagli alleati pentastellati direttamente in Parlamento, dove c’è una chiara maggioranza pro-Tav. E questo nonostante l’idea del referendum sia stata lanciata mesi fa da un governatore del Pd come Sergio Chiamparino per poi essere abbracciata dallo stesso Salvini come mezzo per uscire dall’impasse.

Ad ogni modo, detto fatto: il Pd ha subito presentato in Senato una mozione – il cui testo anticipiamo qui – che impegna il governo a procedere in tempi brevi alla prosecuzione dei lavori della nuova linea ferroviaria Torino-Lione sbloccando gli appalti in capo a TELT. E ne chiederà la calendarizzazione già nella Capigruppo di oggi.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer