Dow Jones

B.Carige: in 1* sem. perdita di 49 mln



B.Carige chiude il primo semestre con una perdita quasi dimezzata e pari a 49,9 milioni euro, contro i -97,8 milioni registrati nei primi 5 mesi del 2020 (periodo gestione ordinaria febbraio – giugno).

Il management, spiega una nota, riscontra un robusto trend di crescita delle componenti core della top line dei ricavi (margine di interesse e commissioni nette) sia rispetto ai 6 mesi 20201 (+16,7% l’aggregato nei sei mesi) sia rispetto al primo trimestre 2021 (+8,9% la performance nel secondo trimestre); questo, senza considerare una componente non ricorrente contabilizzata nelle commissioni attive nel semestre derivante principalmente da commissioni riconosciute da Amissima in relazione ai collocamenti dei prodotti bancassurance.

La crescita risulta particolarmente significativa per il margine di interesse (74,7 milioni nei sei mesi): +30,1% rispetto al primo semestre 20201 e +11,1% rispetto al primo trimestre 2021; anche le commissioni nette (112,6 milioni nei sei mesi), considerate al netto della citata oneoff (107,4 milioni), mostrano una interessante accelerazione: +8,9%1 e +5,8% rispettivamente nei confronti semestrale e trimestrale. Contestualmente prosegue lo strutturale calo dei costi attraverso la contrazione delle spese per il personale (108,5 milioni nei sei mesi; -6,2% annuo, -0,6% rispetto al primo trimestre 2021) e il controllo delle altre spese amministrative della gestione corrente (62,7 milioni nei sei mesi; +4,2% annuo che risente dei citati investimenti correlati alla messa a terra del nuovo modello di servizio, -3,9% rispetto al primo trimestre 2021). Il costo del rischio del credito verso la clientela nel semestre (54 bps annualizzati) rispecchia una qualità del credito che si mantiene sui migliori livelli di sistema con un NPE ratio lordo e netto rispettivamente pari al 4.9% e al 2,5%; il portafoglio crediti verso clientela deteriorati netti diminuisce a 303,6 milioni.

L’azione di win-back ha permesso al Gruppo di riconquistare importanti quote di mercato, soprattutto negli impieghi alle PMI: l’erogazione di 2,8 miliardi di finanziamenti con garanzie statali, pari a tre volte la quota di mercato di Carige, ha rappresentato, per la Banca, l’opportunità di attivarsi concretamente nel supporto di famiglie e imprese e, per le imprese, la possibilità di ridurre il costo delle fonti di finanziamento. Il portafoglio crediti retail (11,8 miliardi) si mantiene di eccellente qualità, con crediti assistiti da garanzie reali pari al 62% dell’aggregato, mentre del restante 38% del portafoglio il 42% circa è assistito da garanzia statale; le moratorie in vita al 30 giugno 2021 concesse a sostegno delle famiglie e degli imprenditori sono diminuite a 1,1 miliardi (0,8 miliardi quelle scadute) senza evidenza di particolari criticità: il 97% delle esposizioni in bonis con moratoria scaduta risultano in regolare ammortamento; il 79% delle esposizioni con moratoria scaduta in regolare ammortamento risultano essere di natura ipotecaria e l’81% delle esposizioni morose con moratoria scaduta sono relative a rapporti di natura ipotecaria. L’efficacia dell’azione commerciale si traduce in un semestre positivo dal punto di vista degli aggregati patrimoniali con la raccolta diretta da clientela retail che si attesta a 13,2 miliardi, complessivamente in crescita sia nei sei mesi (+2,7%) sia nell’anno (+5,8%), con la componente a breve termine in aumento di 0,7 miliardi (+5,7%) rispetto a dicembre 2020 e di 1,2 miliardi (+10,5%) rispetto a giugno 2020.

L’espansione si conferma anche nella raccolta indiretta (+0,4% nei sei mesi e +3% nell’anno), con il risparmio gestito che cresce a 11,8 miliardi, in aumento del 3,2% nei sei mesi e dell’8,1% nell’anno; molto sostenuta la crescita delle gestioni patrimoniali, che si portano a EUR532,5 milioni a fine giugno, in aumento del 16,5% rispetto a fine dicembre 2020 e dell’82,6% rispetto a fine giugno 2020. Prosegue anche la crescita dei finanziamenti alla clientela retail (a 11,8 miliardi; +2,4% nei sei mesi e +3,5% nell’anno), sia per i mutui ai privati (5,2 miliardi; +4,3% nei sei mesi e +5,3% nell’anno), sia per i mutui alle imprese (4,1 miliardi; +8,3% nei sei mesi e +44,7% nell’anno). In forte espansione, rispetto al mercato, anche i prestiti personali, che nei primi sei mesi dell’anno registrano, rispetto allo stesso periodo del 2020, una performance doppia rispetto alla media di mercato5 (+61,2% vs +31%). La conferma del trend sui volumi e la decisa crescita della top-line registrate nel secondo trimestre 2021, corroborano l’efficacia della spinta commerciale e delle numerose iniziative di ristrutturazione del modello di servizio fin qui implementate, che potranno dispiegare tutto il 5 loro potenziale sulla redditività futura del Gruppo. Le attese sono infatti che l’assimilazione del progressivo rilascio del nuovo modello di servizio, il repricing di alcune voci dell’attivo e il rilancio delle sinergie con i partner commerciali, continueranno a sviluppare il loro pieno apporto reddituale nei prossimi trimestri.

Il livello di RWA – Risk Weighted Assets si attesta a 9,3 miliardi, con indicatori di solidità patrimoniale su livellisuperiori a quelli regolamentari: CET1 ratio phased-in all’11,4%7 e Total Capital ratio phased-in al 13,7%7 .

In questo semestre, come effettuato a partire dal bilancio 2018 la Banca, mantenendo un approccio conservativo, ha deciso di non iscrivere nuove DTA (deferred tax assets – attività fiscali) basate sulla redditività futura e non relative a differenze temporanee (in particolare su perdite fiscali connesse al risultato negativo di periodo); si sono invece iscritte, a differenza di quanto effettuato in passato e tenuto conto delle risultanze del probability test, DTA sorte a seguito del rigiro a maggior perdita fiscale di DTA iscritte in precedenza (ad esempio connesse all’utilizzo di fondi di accantonamento); l’effetto economico negativo sui primi sei mesi derivante dalla mancata iscrizione di DTA è stato pari a circa 14 milioni per un totale DTA fuori bilancio pari a circa 505 milioni. Il complesso delle DTA iscritte a Bilancio al 30 giugno 2021 risulta pari a 780 milioni.

com/lab

Segnali:

Carige, trend positivo confermato dai risultati al 30 settembre. Guido: "Banca in ottimo stato di salute"
Il complesso delle DTA iscritte a Bilancio al 30 settembre 2021 risulta pari a € 781 milioni Anche le commissioni nette, pari ...
Wall Street in rosso, bene Ftse Mib
Tra le banche da segnalare B.Carige (+1,27%) che nei 9 mesi ha realizzato una perdita pari a 76,6 mln euro, su cui ha inciso una componente non ricorrente di 22,6 mln prudenzialmente accantonata a ...
Carige, aumento con maxi-sconto
Partirà all’insegna di un maxi-sconto, pari al 40%, l’aumento di capitale di Banca Carige. Il Cda dell’istituto genovese ... Un maxi-sconto in fin dei conti inevitabile, vista la perdita del 2013 pari ...
Ipc in aumento, scivola Piazza Affari
Denaro pure su Eni (+1,97%) dopo la pubblicazione dei conti. Nei nove mesi l'utile netto adjusted e' di 2,630 mld rispetto alla perdita di 808 mln dello stesso periodo ... Unicredit-0,59%, B.Mps-1,06% ...
Guida agli Hedge Fund
Una definizione appropriata di Hedge Fund potrebbe essere: "Qualsiasi fondo che non sia un convenzionale fondo d'investimento"; in altri termini qualsiasi fondo che utilizzi una strategia o una ...
RCS MediaGroup approva i risultati trimestrali
DoorDash ha reso noto di aver raggiunto un accordo per acquistare la piattaforma rivale di food delivery Wolt, con una transazione valutata $8,1 miliardi che avverrà interamente in azioni.
Doppia vittoria Basket Pegli in B femminile e C maschile
arrivano finalmente all’unisono due bei risultati per i nostri sportivi Doppia vittoria Basket Pegli in B Femminile e C Maschile, vittoria nel campionato di Serie C per il Basket Pegli che ...
Avviso meteo per vento di burrasca forte per oggi e domani su zone A e B
L’avviso di vento di burrasca forte è relativo alle zone A e B, ovvero da Ventimiglia a Camogli Il Centro Meteo Arpal ha emanato l’Avviso meteorologico per vento di burrasca forte per per ...

B.Carige: in 1 sem. loss of 49 mln

B.Carige closed the first half with a loss almost halved and equal to 49.9 million euro, against the -97.8 million recorded in the first 5 months of 2020 (ordinary management period February - June).

The management, explains a note, sees a robust growth trend of the core components of the top line of revenues (interest margin and net commissions) both compared to 6 months 20201 (+ 16.7% the aggregate in the six months) and compared to in the first quarter of 2021 (performance in the second quarter + 8.9%); this, without considering a non-recurring component accounted for in commission income in the half year deriving mainly from commissions recognized by Amissima in relation to the placements of bancassurance products.