Dow Jones

B.Ifis: utile netto 1* sem sale a 48,3 mln (+31,5% a/a)



B.Ifis ha chiuso il primo semestre con un utile netto della Capogruppo che ammonta a 48,3 milioni di euro, in crescita del 31,5% rispetto ai 36,8 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente che beneficiava di una plusvalenza straordinaria di 24,2 milioni di euro e il relativo effetto fiscale per la cessione dell’immobile milanese di Corso Venezia. L’utile netto del Gruppo al 30 giugno 2021, compreso l’utile di pertinenza di terzi pari a 832 mila euro, risulta in crescita del 33,5% ed è pari a 49,2 milioni di euro.

Il Margine di intermediazione, spiega una nota, è in crescita a 292,6 milioni di euro (+37,5% rispetto al 30 giugno 2020) e beneficia sia di migliori performance del Settore Npl sia della dinamicità del Settore Commercial & Corporate Banking. I Costi operativi ammontano a 178,2 milioni di euro (+14,6% a/a) per maggiori costi variabili legati all’attività legale del settore Npl, l’inclusione a perimetro di Farbanca e le progettualità ICT. Il costo del credito pari a 42,6 milioni di euro, inclusi accantonamenti per 9 milioni di euro nel portafoglio Npl e 5 milioni di euro su crediti, per gli effetti di lungo termine legati al Covid-19. Solida posizione di liquidità: circa 1,9 miliardi di euro al 30 giugno 2021 di riserve e attivi liberi finanziabili in BCE (LCR superiore a 1.700%) La Raccolta retail e’ stabile a 4,5 miliardi di euro. In aumento rispetto al 31 dicembre 2020 la quota vincolata oltre 18 mesi, la cui incidenza sul totale è pari al 30,6%.

Per quanto riguarda i requisiti di capitale con il consolidamento in La Scogliera, il CET1 e’ all’11,44% (11,29% al 31 dicembre 2020) rispetto a un requisito SREP dell’8,12%; il TCR e’ al 15,08% (14,85% al 31 dicembre 2020) rispetto a un requisito SREP del 12,5%. Tali risultati sono calcolati senza includere gli utili generati dal Gruppo Bancario nei primi sei mesi del 2021. Senza il consolidamento in La Scogliera, il CET1 si attesta al 15,51% (15,47% al 31 dicembre 2020) e il TCR al 19,86% (19,87% al 31 dicembre 2020). Tali risultati sono calcolati al netto degli utili generati dal Gruppo Bancario nei primi sei mesi del 2021.

Il totale dei crediti verso la clientela valutati al costo ammortizzato è pari a 9.875,5 milioni di euro con un aumento dell’8,1% rispetto al 31 dicembre 2020 (9.135,4 milioni di euro). La voce include titoli di debito per 1,7 miliardi di euro (1,3 miliardi al 31 dicembre 2020), di cui titoli di stato per 1,4 miliardi di euro

com/lab

Segnali:

nessun segnale

B.Ifis: 1st semester net profit rises to 48.3 million (+ 31.5% yoy)

B.Ifis closed the first half with a net profit of the Parent Company amounting to 48.3 million euros, up by 31.5% compared to the 36.8 million euros of the same period of the previous year which benefited from a extraordinary capital gain of 24.2 million euro and the related tax effect for the sale of the Milanese property in Corso Venezia. The net profit of the Group as at 30 June 2021, including minority interests equal to 832 thousand euros, is up by 33.5% and is equal to 49.2 million euros.

The intermediation margin, explains a note, is up to 292.6 million euros (+ 37.5% compared to 30 June 2020) and benefits from both the better performance of the Npl Sector and the dynamism of the Commercial & Sector