Dow Jones

B.Mps: Sileoni, esuberi gestiti con prepensionamenti volontari



“Se si concluderà la trattativa per la cessione del Monte dei Paschi di Siena tra il Mef e Unicredit, il cui esito, comunque, non è affatto scontato, e quindi si arriverà a un accordo, per noi il problema principale sarà la presenza di eventuali esuberi. Noi abbiamo un ammortizzatore sociale, il Fondo esuberi, nato da un accordo sindacale sottoscritto nel 2000 con le banche. Siamo stati molto lungimiranti, perché il fondo ci ha permesso di gestire tutte le crisi del settore bancario evitando i licenziamenti mentre in Europa ce ne sono stati circa 360.000 a partire dal 2010. Il Fondo non è mai costato un euro allo Stato, perché è finanziato dalle banche. Il Fondo consente di prepensionare il personale degli istituti di credito con un anticipo fino a 7 anni: con questo sistema abbiamo prepensionato, su base volontaria, 70.000 lavoratrici e lavoratori, appunto senza licenziamenti. E, grazie a un altro fondo, quello per l’occupazione, abbiamo assunto 30.000 giovani. Con questo sistema, abbiamo abbassato il costo del lavoro nelle banche italiane rispetto al settore bancario europeo”.

Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, intervistato durante la trasmissione Radio Anch’io in onda su Radio Rai Uno.

“Nel caso di Montepaschi, serve un finanziamento da parte del Tesoro che ha il 64% della banca. Il Tesoro dovrà dare del denaro a Mps che girerà quei soldi al Fondo. Io non capisco tanta agitazione su questo argomento visto che, salvo qualche formalismo tecnico, è una operazione fotocopia di quella fatta a giugno 2017 in occasione del salvataggio delle due banche venete da parte di Intesa Sanpaolo: lo Stato intervenne con oltre 5 miliardi di euro”, ha aggiunto Sileoni.

cce

(END) Dow Jones Newswires

August 03, 2021 05:50 ET (09:50 GMT)

Segnali:

Mps, Sileoni (FABI): Italia ultimo posto in Europa su aiuti pubblici alle banche. Evitare che Bce pretenda più esuberi
il Fondo di solidarietà o fondo esuberi, abbiamo sempre gestito le uscite di personale con prepensionamenti su base volontaria", ha sottolineato Sileoni, secondo cui "dovremmo evitare che la Bce ...
Mps: Sileoni (Fabi), "esistono le condizioni per l'accordo tra Unicredit e Mef" -2-
il Fondo di solidarieta' o fondo esuberi, abbiamo sempre gestito le uscite di personale con prepensionamenti su base volontaria" ha aggiunto Sileoni, secondo il quale "dovremmo evitare che la Bce ...
Pensioni: Sileoni (Fabi), fondo esuberi come banche migliorerebbe legge Fornero
Anticipo uscite a carico aziende senza pesare su casse Inps (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 28 ott - "L'impatto della riforma Fornero migliorerebbe se in tutti i settori economici fossero ...
Mps-UniCredit, Sileoni (FABI): ‘trattativa a buon punto, ma comunque l’ultima parola l’avrà la Bce’
Così Lando Maria Sileoni ... il fondo esuberi, con il quale abbiamo sempre gestito crisi bancarie e ristrutturazioni solo con pensionamenti e prepensionamenti su base volontaria”.
Mps, tempi stretti per Tesoro-Unicredit. Sileoni: "Trattativa a buon punto"
Mps, fari puntati ... il fondo esuberi, col quale abbiamo sempre gestito crisi bancarie e ristrutturazioni solo con pensionamenti e prepensionamenti su base volontaria".
Mps-UniCredit: ufficiale il flop delle trattative, pomo della discordia la cifra che Orcel ha chiesto per ricapitalizzare il Monte
Non accetteremo tagli di personale se non attraverso prepensionamenti su base volontaria e deve essere chiaro che ci opporremo, con ... Mps, Bastianini ammette rischio di 4000 esuberi. Sileoni ...
cura dimagrante
...5 miliardi previsti) e, come teme Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi, una drastica "cura dimagrante dei dipendenti di Mps". Per questo Sileoni, intervenendo su Radio Rai Uno, punta ...
Mps, no alle richieste Unicredit. Ferma la trattativa con il Tesoro
Il ministero di Via XX Settembre aveva l’obiettivo di uscire da Mps entro fine anno ... se non attraverso prepensionamenti su base volontaria, ci opporremo con tutti i mezzi a qualsiasi ...

B.Mps: Sileoni, redundancies managed with voluntary early retirement

"If the negotiation for the sale of Monte dei Paschi di Siena is concluded between Mef and Unicredit, the outcome of which, however, is not at all obvious, and therefore an agreement will be reached, for us the main problem will be the presence of any redundancies. We have a social safety net, the Redundancy Fund, born from a trade union agreement signed in 2000 with the banks. We have been very far-sighted, because the fund has allowed us to manage all the crises in the banking sector avoiding layoffs while in Europe we have there have been about 360,000 since 2010. The Fund has never cost the State one euro,