B.Profilo: ok a piano, masse gestite attese a oltre 10 mld in 2023


Il Cda di B.Profilo ha approvato il piano industriale 2020-2023 che punta – a livello consolidato – a registrare masse complessive pari a 10,1 miliardi di euro al 2023, di cui 6,7 miliardi in Italia.

I ricavi a fine piano sono attesi a 85 milioni di euro, il risultato operativo e’ stimato sopra i 20 milioni di euro (cost income del 76%) e l’utile netto superiore a 13 milioni di euro. Il CET 1 capital ratio e’ atteso superiore al 18% nei tre anni con un dividend payout superiore al 70%. Gli obiettivi non includono eventuali iniziative strategiche di crescita esterna tramite realtà in Italia e/o all’estero presenti in attività contigue alle attuali, incluse SGR e società fintech, sfruttando la dotazione di capitale e al fine di incrementare la massa critica e migliorare la redditività netta del Gruppo.

Il piano prende in considerazione due scenari. Quello best case che prevede il ritorno alla normalità dalla metà del 2021 in occasione della possibile soluzione strutturale della pandemia tramite il vaccino; e quello worst case che prevede un ritorno della pandemia a inizio 2021, con conseguente nuovo lockdown, recessione profonda negli anni successivi, e crollo dei mercati nel 2021 con solo parziale recupero negli anni successivi. Nel primo caso i ricavi sono attesi a 90 milioni e il cost income al 73%; nel secondo caso i ricavi a 81 milioni e il cost income al 78%.

Il Piano Industriale 2020-2023 si pone l’obiettivo di proseguire il percorso di crescita della Banca evolvendo il modello attuale, arricchendolo da un lato con nuove linee di business e dall’altro diversificando il proprio target di clientela con l’entrata a regime degli investimenti e degli sviluppi fintech finalizzati ad aggredire il segmento retail, valorizzando un vantaggio competitivo ottenuto grazie agli investimenti nella tecnologia e nel digitale già effettuati e alla cultura digitale già creata in Banca.

Il Piano prevede lo sviluppo dell’offerta digitale in partnership con Tinaba per cogliere appieno le opportunità del Fintech con una crescita degli utenti a 375 mila, masse in roboadvisor superiori a 300 milioni di euro e il lancio di nuovi prodotti e servizi per ricavi complessivi di 6 milioni di euro. In particolare lo sviluppo della customer base e del servizio di roboadvisor attraverso importanti investimenti in marketing e comunicazione pianificati a success fee; la focalizzazione sulla User Experience e User Interface di tutte le property digitali; la massima attenzione su opportunità di brand awareness come le campagne di crowfunding e charity; lo sviluppo di partnership che consentano l’incremento di casi d’uso, tra cui l’integrazione con il circuito internazionale Alipay Connect; la promozione di un nuovo servizio di intermediazione di mutui erogato tramite banche commerciali partner; la promozione di un nuovo servizio corporate per le imprese volto alla gestione delle spese dei collaboratori.

Il business plan prevede anche la valorizzazione nell’arco di piano degli investimenti effettuati nel triennio e finalizzati allo sviluppo delle attività di Private banking e di Asset management. I dati organici prevedono una raccolta totale clientela in crescita a 3,4 miliardi di euro, con particolare sviluppo della raccolta gestita tramite le strategie del team di asset management istituzionale, e ricavi netti per 13,7 milioni di euro.

com/lab

MF-DJ NEWS

0508:45 giu 2020