Bagnoli, una storia lunga 24 anni ma la riqualificazione non è mai partita

Il progetto di riqualificare Bagnoli-Coroglio compie ventiquattro anni, ma ancora oggi si può contare su poche certezze. Era il febbraio 1995 quando la giunta di Antonio Bassolino faceva ambiziosi progetti per riqualificare l’area ovest, dopo la chiusura dell’Italsider (92). Parte allora una storia infinita: fondi pubblici spesi per una bonifica non completata su cui la magistratura indaga, opere realizzate dal 2011 ma mai inaugurate e poi vandalizzate, una società di trasformazione urbana fallita e molto altro. Oggi, si riunisce la cabina di regia, da cui si attende un nuovo cronoprogramma e fondi per la bonifica.

Ma allo stesso tempo si rimette in discussione il piano per Bagnoli poiché il ministero dei Beni Culturali pochi giorni fa è intervenuto sostenendo che gli alberghi dovessero essere costruiti in una zona arretrata rispetto al mare. Insomma, purtoppo, tutto sembra ancora al palo.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer