Banche: corsa a emettere bond (MF)

Grafico Azioni Unicredito Spa (PC) (USOTC:UNCFF)
Intraday

Oggi : Martedì 14 Gennaio 2020

Clicca qui per i Grafici di Unicredito Spa (PC)

Nelle banche d’affari la lista dei potenziali emittenti di bond è piuttosto lunga in queste prime settimane dell’anno. Soprattutto se si tratta di istituti di credito.

Dopo le fortunate operazioni della scorsa settimana, ieri si sono chiusi positivamente altri due collocamenti, scrive MF. Unicredit (che già si era affacciata sul mercato con un subordinato da 1,25 miliardi, assistita da Mediobanca) ha lanciato un titolo senior non-preferred callable con scadenza a 6 anni richiamabile dopo 5 anni per un importo di 1,25 miliardi di euro (135 punti base rispetto al tasso swap) e un titolo senior non-preferred con scadenza a 10 anni per 750 milioni di euro (165 punti base rispetto al tasso swap). Ubi Banca invece ha lanciato un additional tier 1 (At1) da 400 milioni e cedola al 5,9%, raccogliendo una domanda di oltre 6 miliardi, pari a 15 volte l’offerta. Anche gli istituti esteri si stanno rivelando particolarmente attivi. Martedì 7 per esempio la spagnola Bbva ha aperto il comparto per emittenti del Sud Europa con un senior non-preferred a 7 anni (mid swap +70 punti base), mentre giovedì Credit Agricole Italia ha prezzato un nuovo covered bond dual-tranche a 8 e 25 anni (mid swap +23 punti base) e Santander è uscita sul mercato con un AT1 con un book record oltre 7,5 miliardi. Nel complesso l’attività sul mercato primario è stata frenetica durante la scorsa settimana, con volumi complessivi da parte di emittenti finanziari che hanno sfiorato i 35 miliardi di euro. Operazioni che confermano il momento particolarmente favorevole per i bond bancari e che, in base alle aspettative che circolano in diverse case d’affari, non dovrebbero essere gli ultimi di questa settimana.

red/lab