Banche europee scivolano dopo la Federal Reserve

Di Mauro Speranza

Investing.com – Le parole “dovish” di ieri di Jerome Powell arrivate nella giornata di ieri mandano a picco i titoli bancari europei. Powell, infatti, ha affermato che la Federal Reserve non aumenterà i tassi di interesse negli USA nel corso di quest’anno.

La Fed ha anche annunciato la fine della riduzione del suo vasto portafoglio di asset a fine settembre, iniziando già da maggio. Inoltre, l’istituto americano ha ridotto le sue proiezioni di crescita del Pil Usa per il 2019, portandono al +2,1% rispetto al precedente +2,3%.

La reazione del settore bancario statunitense è stata immediata, con un calo dei finanziari arrivato al 2%, annullando ogni possibilità di recupero, spiega spiega José Luis Cárpatos, CEO di Serenity Markets. “Il tono molto più ‘dovish’ del previsto, infatti, abbassa il loro margine di business” e…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer