Banche, inammissibile emendamento M5s su pressioni commerciali

La Commissione Finanze della Camera ha giudicato inammissibile un emendamento del M5s che mirava a tutelare i dipendenti bancari dalle pressioni commerciali nel collocare prodotti finanziari.

Lo si legge nel resoconto della seduta che ha esaminato gli emendamenti al decreto Carige.

La proposta di modifica del deputato grillino Paolo Giuliodori, giudicata inammissibile “per estraneità di materia”, intendeva vietare “alla generalità delle banche di vincolare parte della retribuzione dei dipendenti alla promozione e al collocamento di prodotti finanziari”.

La questione su cui vorrebbe intervenire il M5s è quella della pressione commerciale a cui sarebbero sottoposti i dipendenti delle banche dai loro superiori per collocare prodotti finanziaria alla clientela, arrivando ad esporre i risparmiatori a rischi eccessivi.

Oggi il sindacato Uilca contesta il tentativo di introdurre questa norma, lamentando di non essere stato ascoltato su un tema su cui avrebbe fatto “proposte interessanti e, soprattutto, esaustive…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer