Bankitalia: Di Maio, non attacco ma serve discontinuità

«Ora che noi come governo veniamo consultati per procedura costituzionale nella nomina del direttorio, se ci chiedono un parere sul rinnovo io dico no: c’è
bisogno di discontinuità». Iil ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio torna a parlare di Consob e Bankitalia. Al suo arrivo al Micam, alla fiera di Rho-Pero conferma la linea giallo verde ribadita ieri a Vicenza: «Quello che stiamo dicendo sia su Consob sia su Bankitalia – ha osservato Di Maio – non è un fronte che apriamo ma semplicemente un modo per mantenere una promessa agli italiani».

«La volontà di cambiare i vertici – ha aggiunto Di Maio – non è un attacco a Bankitalia e alla Consob, ma questo governo mette insieme due forze politiche che hanno sempre detto che se esistono centinaia di migliaia di risparmiatori sul lastrico è perché chi doveva controllare non ha controllato».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer