Bastogi: in 2019 perdita di 6,7 mln (+25,9 mln in 2018)


Grafico Azioni Bastogi (BIT:B)
Intraday

Giovedì 16 Aprile 2020

Clicca qui per i Grafici di Bastogi

Bastogi ha chiudo il 2019 con una perdita complessiva di 6,7 mln di euro, inclusivo di ammortamenti per 9,1 mln. Il dato si confronta col risultato positivo di 25,9 milioni di euro al 31 dicembre 2018 (di cui 17 milioni di euro di pertinenza del gruppo).

Da un punto di vista economico, il margine operativo lordo consolidato al 31 dicembre 2019, pari a 11 milioni di euro, è principalmente determinato dal positivo andamento del settore dell’intrattenimento (8,1 milioni di euro) nonché dal margine operativo del comparto immobiliare (circa 3,3 milioni di euro).

Il margine operativo lordo al 31 dicembre 2018 (49,8 milioni di euro) includeva invece gli effetti della vendita dell’immobile di via Darwin a Milano da parte delle controllate Brioschi Sviluppo Immobiliare e Camabo per 39,5 milioni di euro.

La gestione finanziaria registra complessivamente un passivo di 7,8 milioni di euro rispetto a 11,7 milioni di euro al 31 dicembre 2018. Il miglioramento è principalmente attribuibile alla riduzione dell’indebitamento bancario e alle migliori condizioni di tasso ottenute nell’ambito delle ridefinizioni del finanziamento della controllata Sintesi e delle linee di credito della Capogruppo, perfezionatesi nel mese di dicembre 2018. Le componenti di natura non ricorrente includono per 0,6 milioni di euro gli oneri netti derivanti dalla ridefinizione dei termini della posizione debitoria complessiva esistente con Bnl, i cui maggiori benefici in termini di riduzione dei tassi d’interesse saranno riflessi nei prossimi anni.

Le componenti non ricorrenti dell’esercizio precedente, positive per 6,5 milioni di euro, sono principalmente riconducibili alla menzionata ridefinizione del finanziamento bancario della controllata Sintesi.

Il risultato complessivo dell’esercizio, inclusivo di componenti positive relative alla valutazione a valore equo degli strumenti derivati di copertura, contabilizzate direttamente nel patrimonio netto per 0,3 milioni di euro è negativo per 6,7 milioni di euro (di cui 3,2 milioni di euro di pertinenza del gruppo).

Da un punto di vista patrimoniale, il patrimonio netto consolidato al 31 dicembre 2019 ammonta a 65,4 milioni di euro rispetto a 73,4 milioni di euro al 31 dicembre 2018. La variazione è attribuibile al risultato complessivo dell’esercizio negativo per 6,7 milioni di euro e, per la parte residua, principalmente alla quota di dividendo distribuita dalla controllata Brioschi Sviluppo Immobiliare.

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2019 ammonta a 200,3 milioni di euro rispetto a 182,7 milioni di euro al 31 dicembre 2018. La variazione è principalmente attribuibile al finanziamento per la realizzazione degli immobili “U1” e “U3” a Milanofiori Nord il cui valore contabile ammonta a 14,6 milioni di euro al 31 dicembre 2019 nonché alle maggiori passività da leasing iscritte in bilancio a seguito dell’adozione del nuovo principio contabile Ifrs 16 – Leases. La posizione finanziaria netta a breve al 31 dicembre 2019 include debiti verso banche per 48,6 milioni di euro che, nell’ambito di una ridefinizione dei debiti finanziari del Gruppo, sono stati rimborsati per circa 37 milioni di euro nel mese di febbraio 2020 con contestuale accensione di nuovi finanziamenti a medio-lungo termine per 38 milioni di euro.

Per quanto concerne il bilancio separato, Bastogi spa evidenzia un utile d’esercizio di 3,5 milioni di euro rispetto a una perdita di 1,8 milioni di euro al 31 dicembre 2018. Il miglioramento è principalmente attribuibile alla gestione delle partecipazioni, complessivamente positiva di 6,3 milioni di euro, che ha beneficiato di dividendi dalle società controllate per circa 7,8 milioni di euro (principalmente riconducibili al settore dell’Intrattenimento) e di un provento da chiusura di una società controllata in liquidazione per 1,2 milioni di euro, mentre le svalutazioni delle partecipazioni hanno inciso per 2,9 milioni di euro. A livello operativo il risultato, negativo di 3,5 milioni di euro, riflette i costi di struttura relativi all’attività di holding, oltre possibili oneri futuri per prestazioni professionali derivanti dai contenziosi in essere per 1,1 milioni di euro. Le imposte di competenza, positive per 1 milione di euro, riflettono principalmente proventi da consolidato fiscale.

com/cce