Battaglia finale per Telecom, Affari&Finanza domani in edicola

MILANO – Si avvicina la data del 29 marzo, ennesima resa dei conti in assemblea per Telecom, e i soci affilano le armi. I contendenti sono noti: da una parte i francesi di Vivendi, primi soci ma in minoranza nel board. Dall’altra il fondo Elliott. La Cassa depositi e prestiti studia come contare di più e intanto ha incrementato la sua quota, portandosi sopra il 7%. Mentre Tim si allea con Vodafone per le torri e gli azionisti si accusano a vicenda sul mancato rilancio industriale e finanziario, l’ipotesi di arrivare a una società unica della rete si fa sempre più strada. E l’ad Gubitosi lascia trapelare i nuovi indirizzi del piano industriale. Le priorità sono due. E se una è abbastanza scontata, la seconda è una novità: l’aumento delle risorse da destinare all’acquisizione di contenuti pregiati per Tim Vision.

Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer