Bce, nel 2018 l’utile è salito a 1,6 miliardi

MILANO – I maggiori interessi ricevuti per i titoli in dollari e dalle obbligazioni messe in portafoglio con il Quantitative easing hanno fatto crescere l’utile della Banca centrale europea, che nel 2018 si è attestato a 1,57 miliardi di euro: 300 milioni in più dell’anno precedente.

Questi proventi sono distribuiti da Francoforte alle Banche centrali nazionali dell’Eurozona: il consiglio direttivo ha deciso di versarne 1,19 miliardi come acconto sul dividendo al 31 gennaio scorso e ieri ha deciso di distribuire la quota residua, 384 milioni, domani 22 febbraio.

La prosecuzione del Qe, che è stato “spento” a fine anno fatti salvi i re-investimenti dei titoli in scadenza che continueranno anche oltre il primo rialzo dei tassi, ha fatto crescere lo stato patrimoniale della Bce dell’8%, a quota 447 miliardi di euro. Nel complesso, lo stato patrimoniale dell’Eurostistema…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer