Bce studia tassi depositi differenziati per venire incontro a banche-fonti

La Banca centrale europea sta studiando delle opzioni per ridurre gli oneri sostenuti dalle banche sulla liquidità in eccesso, nel tentativo di alleviare gli effetti sui loro bilanci di una politica monetaria ultra accomodante, hanno riferito a Reuters due fonti.

Nessuna proposta è stata fatta ma l’obiettivo sarebbe quello di restituire parte degli oltre 7 miliardi di euro che la Bce raccoglie annualmente sotto forma di interessi dalle banche sui depositi presso la banca centrale, secondo una delle fonti.

La banca centrale sta lavorando sui cosiddetti tassi sui depositi: le banche verrebbero esentate in parte dal pagare alla Bce l’interesse annuale dello 0,4% sulle riserve in eccesso, con un effetto positivo sugli utili in un momento in cui gli istituti finanziari sono alle prese con le conseguenze del rallentamento economico.

Secondo una fonte, questa misura starebbe a indicare tassi di interessi bassi ancora…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer