Bce, Weidmann: inflazione 2019 viste ben sotto ultime proiezioni

FRANCOFORTE (Reuters) – L’inflazione della zona euro nel 2019 potrebbe disattendere di molto le stime dello staff Bce a causa del calo dei prezzi del greggio, mentre il processo di normalizzazione della politica monetaria da parte dell’istituto centrale richiederà probabilmente diversi anni.

Lo ha detto il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, consigliere Bce, offrendo insieme un cupo outlook sull’economia tedesca.

“Da una prospettiva attuale, il calo dei prezzi del petrolio comporterà in particolare un’inflazione probabilmente in sensibile calo quest’anno rispetto a quanto previsto (dalla Bce) a dicembre”, ha affermato Weidmann.

Le ultime previsioni Bce, risalenti a dicembre, sull’infazione di quest’anno sono all’1,6% e sarannno riviste a marzo.

Relativamente all’economia tedesca Weidmann vede una contrazione più prolungata di quanto previsto con un Pil…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer